Tag

, , , , , , , ,

8931_artist
di Giulia Boschi

Ospite d’eccezione alla prima edizione di Civitanova in Rock, tenutasi in piazza XX settembre, il 21 agosto, è stato Don Airey, il tastierista dei Deep Purple, che per l’occasione si è esibito sul palco con i Perfect Strangers Band.
Come ha lui stesso ricordato, il concerto di martedì è stato solo il prosieguo di una collaborazione che va già avanti da tempo: “Inizialmente era Ian Paice a suonare con i Perfect Strangers, ma una volta mi ha portato con lui, ed è stata una bella esperienza, ci siamo divertiti molto, così ho iniziato a collaborare con loro anche io. Abbiamo suonato insieme cinque volte sia qui che a Macerata. Mi piace lavorare con loro.”

Oltre che con i Deep Purple, il tastierista e compositore britannico ha all’attivo collaborazioni con grandi nomi della musica rock, da cui ha tratto numerose esperienze: “Suonare con i Deep Purple è un’esperienza magnifica, ma anche i momenti passati con i Rainbow, o il periodo trascorso con Ozzy Osbourne sono stati indimenticabili. Tutte le collaborazioni che ho avuto durante la mia carriera e le esperienze che ne sono derivate sono state differenti tra loro. Ogni volta pensi che sia la migliore, ma poi è sempre diverso. Posso dire che l’esperienza più forte sia stata con Ozzy Osbourne, specialmente quando era ancora vivo Randy Rhoads, ha una band incredibile.
Se poi dovessi scegliere un musicista con cui non ho ancora avuto modo di suonare insieme, ma con cui non mi piacerebbe collaborare, sarebbe Eddie Van Halen. E’ fantastico, ho avuto modo di incontrarlo, ma non sono ancora riuscito a lavorarci insieme”

Ma oltre alle innumerevoli collaborazioni, ciò che colpisce di Don Airey è anche lo strumento che accompagna tutte le sue performance, e che lo ha portato a entrare ufficialmente nei Deep Purple: l’organo Hammond.
Dal 2002 infatti Don Airey ha sostituito lo storico tastierista della band Jon Lord, considerato un grande innovatore dell’organo Hammond, di cui è stato uno dei più grandi esponenti, riuscendo a rendere il suo suono ruggente e adatto al sound Hard Rock.
Dopo averlo già sostituito, in seguito ai postumi di un’operazione al ginocchio, Don Airey si ritrovò a prendere definitivamente il suo posto, dopo che Lord si distaccò dai Deep Purple, per dedicarsi ad alcuni progetti personali.

Parlando di tale strumento, Don Airey afferma che: “Non finisci mai di imparare con l’Hammond, è uno strumento davvero molto complicato da suonare, strega la tua mente e non riesci più a lasciarlo, un po’ come se fosse una brava donna! Semplicemente, amo il suo suono.”

Don Airey al momento è in tour con i Deep Purple per promuovere il loro ultimo album “Now What?”, ma ha inoltre realizzato anche dei lavori da solista, per cui ha dei progetti futuri: “Ho avuto una piccola carriera da solista, ho fatto dei tour da solo. Spero di venire con i miei musicisti in Italia prima o poi. La mia è una band molto varia, suono insieme a Rob Harris, il chitarrista di Jamiroquai, al batterista dei Primal Scream, Darrin Mooney, al bassista Laurence Cottle, che collabora anche con Paul McCartney e per finire un meraviglioso cantante, Carl Sentance.”

Dunque non resta che sperare che Don Airey realizzi presto i suoi progetti e torni di nuovo in Italia, in modo da avere presto un altro bis, sia per chi ha avuto occasione di ascoltarlo lo scorso 21 agosto, sia, soprattutto, per chi deve ancora farlo.

Annunci