Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Micheli

di Maria Silvia Marozzi

…Tutti gli altri ne han trentuno, ed anche il Macerata Opera Festival può rientrare nella conta popolare più nota. Nella provincia è partito il mese più ricco d’arte dell’anno, con quindici serate allo Sferisterio e più di 80 appuntamenti in città. Già da domani il direttore artistico Francesco Micheli e il sindaco di Macerata, nonchè presidente dell’associazione Sferisterio, Romano Carancini, presenteranno in superanteprima, la stagione 2014 che segnerà il mezzo secolo per lo sferisterio all’Opera. Ma in attesa di quella che si preannuncia già come la consacrazione di Micheli quale Uomo del Futuro andiamo a scoprire la sorprendente programmazione di quest’anno.
Si è partiti il 15 luglio con “Poeti nel parco”, reading poetico a cura di Adam (Accademia delle Arti Macerata), che tiene anche la gestione dei due appuntamenti previsti per “L’opera sul lettino”. Il 16 e il 17 Luglio, alle ore 19, presso la Civica Enoteca Maceratese, alla presenza dello psicanalista Matteo De Simone verranno studiati Nabucco e Trovatore come se si trattasse di una vera e propria seduta d’analisi. Sempre per il 16 e il 17 sono previste le prove generali rispettivamente di Nabucco e Trovatore, due anteprime a cui gli studenti potranno partecipare al più accessibile prezzo di 5 euro. Cifra ghiotta e probabilmente unica possibilità di vedere le opere per gli squattrinati universitari, soprattutto per quelli impegnati nel nuovo progetto Opera Blog, laboratorio promosso dall’ufficio stampa del Mof, che si affida al talento dei giornalisti in erba per raccontare la stagione lirica in tutte le sue declinazioni.
Si prosegue il 18 al Teatro Lauro Rossi ore 18,30 con la lectio magistralis dell’architetto Massimiliano Fuksas accompagnato dal direttore artistico Francesco Micheli. Tema dell’appuntamento sarà proprio la nuova stagione operistica 2013 intitolata “ Muri e Divisioni”. Gli spettatori potranno agevolmente passare dal Teatro al vicinissimo Palazzo Conventati, in cui alle ore 21 sarà di scena il “Magnificat” degli studenti della scuola di musica, fondata nel 1995 e diretta da Armando Pierucci a Gerusalemme.
Al via con le attesissime “prime”: venerdì 19 debutta il Nabucco e sabato 20 il Trovatore. Confermato il concerto omaggio a Beniamino Gigli previsto per domenica 21.
Anche per quest’anno è previsto il Festival Off, un’idea di Francesco Micheli per estendere l’opera al territorio. Un progetto che cresce e che, per questa edizione, vede il coinvolgimento anche delle città della provincia attraverso il nuovo format “Lunedì Tournèe”. Il 22 Luglio al Lauro Rossi la serata intitolata “Da Verdi a Mina” è una ricerca delle contaminazioni presenti attorno al melodramma. Lunedì 29 poi è la volta del concerto verdiano per voce ed organo “Teatro dello Spirito” nella Chiesa di San Filippo. “Il Muro, storie rock di gente da galera” è in programma invece per il 5 Agosto nel cortile della Facoltà di Filosofia in C.so Garibaldi a Macerata. Sono previste repliche di questi tre eventi nella provincia: il 24 a Civitanova Alta per il primo evento; il 30 a Recanati ed il 31 a San Severino Marche invece verrà riproposto il concerto “Teatro dello Spirito”. Infine per l’evento del 5 Agosto si è programmata una replica nella tenuta dei Colli di Serrapetrona.
Per il format MARTEDI’ YOUNG il cartellone prevede il “Nabuccolo” (23 Luglio), “Viva la banda!” (30 Luglio) e “Tacea la notte placida” (6 Agosto). Tre appuntamenti che ogni genitore dovrebbe proporre ai propri bambini, per istradarli all’Opera in maniera facile, divertente ma non scontata. La rassegna è promossa anche grazie alla collaborazione di associazioni quali l’As.Li.Co. e Les Friches. In programma anche tre film, che Cinemania Estate riserva al Festival Off, dal titolo “Di Muri e di-visioni”.
Si passa al MERCOLEDI’ MANIA :previsti il 24 luglio gli ascolti operistici ad altissima fedeltà dal titolo “L’Età dell’Horo”, mentre per il 31 il concerto del Quartetto della Scala propone il repertorio verdiano in versione cameristica. Si concluderà il 7 agosto col recital “Dionilla Santolini, diva inattuale”: alla scoperta di un dimenticato contralto maceratese, di 200 anni fa.
Per i giovedì del mese che verranno la si è pensata in questo modo: “Romeo and Juliet” in collaborazione con Civitanova Danza, allo Sferisterio il 25 luglio, la “Notte dell’Opera” il 1 agosto e “Sogni di una notte di mezza estate”, sempre allo Sferisterio l’8 agosto.
La quarta produzione operistica, con allestimento dell’Accademia delle Belle Arti di Macerata, è “Il Piccolo Spazzacamino”, di Benjamin Britten, in scena al Teatro Lauro Rossi il 28, 30 e 31 luglio. Immancabili gli appuntamenti che cadenzano il ritmo della giornata: gli Aperitivi Culturali, a cura di Sferisterio Cultura, dal giovedì alla domenica, alle 12 agli Antichi Forni e Pomeridiana, organizzato da Adam, dal venerdì alla domenica alle 19, nei cortili e nelle piazze del centro storico. Il quadro si completa con “Fiori musicali nel parco di Villa Cozza”, alle 18.
Il Festival Off è anche arte e mostre e nel 2013, propone tre differenti percorsi. “Nino Ricci. Le metamorfosi della geometria. Opere dal 1957 al 2013”, racconta più di mezzo secolo dell’amato artista maceratese; l’inaugurazione è il 24 luglio ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi e sarà visitabile fino al 22 settembre. La seconda esposizione è “Sospensioni”, opere di 6 artisti contemporanei selezionate da David Miliozzi e Ludovico Pratesi ed esposte a partire dal 14 luglio nella sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. Quindi la terza mostra, a Galleria Galeotti: “Call for artist”, una collettiva, dal 18 luglio, che intende riflettere sul tema della 49a edizione del Macerata Opera Festival, a cura dell’Adam.
Tutti gli eventi del Festival Off sono gratuiti, ad eccezione dello Speciale Cinema Estate.

(Nella foto Francesco Micheli, direttore artistico del MOF)

Annunci